Fabio Rambelli (Università di Sapporo): "Il buddhismo, il sacro e i segni". - Campus AAR Accéder directement au contenu
Vidéo Année : 2007

Fabio Rambelli (Università di Sapporo): "Il buddhismo, il sacro e i segni".

Afficher 

Résumé

ll XXXV congresso dell' AISS (Associazione Italiana di Studi Semiotici) dal titolo “Destini del sacro. Discorso religioso e semiotica delle culture”, è organizzato in collaborazione con la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Reggio Emilia. I differenti studiosi, molti di fama internazionale, si sono riuniti intorno ad un tema, quello del “sacro”, che in semiotica non è riconducibile immediatamente ad un’area di indagine dai contorni netti o a specifiche tecniche di analisi. Definire questa area, confrontare le diverse prospettive teoriche e le indagini testuali, è stato uno degli obiettivi del convegno. Cosa permette di definire “sacro” un testo? Quali sono le valenze semantiche che il termine “sacro” assume nelle diverse culture? È possibile pensare la sacralità come effetto di senso?

Dates et versions

medihal-01347593 , version 1 (21-07-2016)

Licence

Paternité - Pas d'utilisation commerciale - Pas de modification - CC BY 4.0

Identifiants

  • HAL Id : medihal-01347593 , version 1

Citer

Fabio Rambelli, Ciotti Federica, Romei Leonardo, Elisabeth de Pablo, Peter Stockinger, et al.. Fabio Rambelli (Università di Sapporo): "Il buddhismo, il sacro e i segni".: Convegno "Destini del sacro. Discorso religioso e semiotica delle culture"(23/11/2007 - 25/11/2007 - Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell’Economia - Teatro Valli - Teatro Ariosto ; Reggio Emilia, Italia).. 2007. ⟨medihal-01347593⟩
80 Consultations
4 Téléchargements

Partager

Gmail Facebook Twitter LinkedIn More